Semplicemente mi manchi

Penso a te. Continuamente in ogni momento, ad ogni ora del giorno. Prima di dormire, appena sveglia.
Mi domando come stai…se stai bene….se sei felice…se ora che non ci sono più nella tua vita stai bene.
No. Non sono contenta se stai bene senza di me. Ma se non stessi bene, mi cercheresti. Non sono io ad averti lasciato. Io volevo solo che mi amassi e me lo dimostrassi. Ma tu fino all’ultimo hai sempre ribadito in ogni salsa il tuo no, le tue ragioni, senza capire le mie.
Ti amo. Ti amo da impazzire e mi manchi da morire. Alle volte, nonostante quel pezzo di cuore in meno strappato dalla tua indifferenza, quanto vorrei dirti di tornare da me. Ma l’amore è gioia, è leggerezza, è felicità e tu non ci credi più in noi. Non so quando hai smesso.
Piango ogni giorno l’assenza di quel te di un anno fa. Quando in questi tempi eravamo una cosa sola. Amo quell’uomo più di me stessa. Quell’uomo che se ne fotteva di ogni cosa e mi baciava davanti al mondo con una passione totale. Mi mancano le passeggiate mano nella mano. Mi mancano i tuoi sguardi innamorati. Mi manca dirti parole d’amore.
Ti amo. E per tanto tempo questo non cambierà. Il mio silenzio è la cura del cuore, perché non posso implorare di non mi ama, non posso combattere contro l’assenza d’amore che mi hai dimostrato.
Ti amo ancora alla follia….e non so come fare…

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Raccontare

E l’unica persona a cui vorrei raccontare tutto ciò che sto facendo, che sto scoprendo, sei sempre e solo tu.
E non posso farlo, perché non vuoi, perché non te ne frega niente, perché per te sono niente…
E nonostante questa consapevolezza non ti odio e vorrei solo che tu mi amassi…

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Cara Afrodite, perché?

Cara Afrodite, perché?
Afrodite…il cuore è spezzato. Fa male. Fa tanto male. Tra mancanza, perché resta l’ultimo e il primo pensiero del giorno. E la rabbia, furente per il suo non amore, per il suo disprezzo, per il suo abbandono.
Perché Afrodite? Perché sto pagando così tanto…Perché tutto questo?
Perché non si è innamorato di me per quella che sono, con il mio modo totale e volitivo ?
E pensare che davvero avevo occhi solo per lui, così fiera dei suoi risultati, così contenta di ogni sua gioia, anche se l’avrebbero tenuto lontano da me a lungo.
Ma Afrodite, anche se tutto questo male è il prezzo che dovevo pagare, tu sai, mia dea, quanto ti abbia reso onore in tutto questo sentimento. Tu sai quanto fosse tutto così vero, quanto fosse tutto genuino e quanto abbia tentato di superare ogni mia paura. Tu sai quanto volessi una storia adulta, bella e felice.
Afrodite…per favore…almeno tu amami un po’…abbi pietà di me…abbi pietà di me.
Sto male…abbi pietà di me. Perché? Perché tutto quel disprezzo, perché perché? cosa sto pagando ancora?
Mi sono lasciata andare, ho avuto fiducia, ho creduto. Davvero, Afrodite, tu lo sai…perché? Perché tutto questo male?

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Innamorarmi ancora

Non ho fretta.
Ho tante di quelle ferite, tanto di quel sangue misto a lacrime che copre la mia pelle, che finché riuscirò a toglierlo dal corpo, il tempo dovrà avere pazienza.
Ma ho amato e amo, e questa è la cosa più bella.
Amo e piango l’amore perduto. Anche questa disperazione è una cosa nuova e mi fa sentire viva e vera.
Voglio per me lo stesso amore che do. Con tutti i suoi difetti, se ve ne sono. Perché è un amore paziente, che si arrabbia non alla prima folata di vento, ma quando il vento si è fatto tanto forte. Non è una cosa brutta o sbagliata, aspettare e avere comunque fiducia che le cose possano migliorare…pensare che la percezione del male sia solo una sensazione e quindi attendere con fiducia che “andrà tutto bene… è un film mentale…non si scatenano casini per i film mentali”.
Sono stanca. Voglio essere amata, accarezzata, accolta, coccolata, voglio che non si veda l’ora di vedermi perché sono importante, perché sono io, perché sono speciale, indispensabile e insostituibile.
Non ho fretta.
Il tempo avrà pietà di me e mi darà ciò che merito, che non sarà perfetto, perché la perfezione non esiste, ma sarà la perfezione per la mia imperfezione.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Oggi

Oggi,
un anno fa.
Un’attesa trepidante.
Le mani,
Il mare,
Il molo,
Gli occhi.
Gli occhi, maledizione quegli occhi!
Oggi un anno fa.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Scoprirsi ramo spezzato

È stata una soglia strana, quella dei trenta.
Tutto ciò che pensavo di me è andato via con i miei venti anni ed è esploso il mio essere, alla fine, ancora quella ragazzina che guardò il bambino che le piaceva e lui le disse quanto fosse brutta.
Sono ancora lì. Ferma sul ciglio della strada che lo guardo andare via, ridendo della mia piccola simpatia infantile.
Sono ancora lì, dietro la porta della mia stanza che mi sento umiliata e offesa, chiusa in un dolore sordo e profondo.
Il tempo ha fatto tanto per me: mi ha guarita, facendomi tornare a credere nell’amore, nella gioia di essere guardata come la persona più bella del mondo.
Mi sono buttata a capofitto, completamente e senza paracadute, viaggiando per ore per tornare tra le braccia di chi pensavo mi amasse, aspettando che si potessero fare cose come semplicemente tenersi per mano.
Ma mi è stato detto che sono isterica, sono stupida perché non capirei la complessità, che non ascolto. E sono stata lasciata anche per queste ragioni oltre che per il fatto che volevo passare il poco tempo a disposizione con lui. È davvero possibile tutto questo?
So che tutto questo non è vero. Che la descrizione di me non è vera. Credo che in fondo non lo pensi davvero. Ma era un dolore inflitto, utile a farmi capire per bene quanto, per lui, io valga meno di niente. L’ho capito molto bene, ora. Quanto fa male quando è la persona che ami, che dovrebbe proteggerti proprio da quelle parole, è la prima a dirtelo?… quanto male fa?
Ho di nuovo paura. No, non di lui. Ho paura di me e di quanto mi sono data per dimostrare a me stessa e lui quanto sono in grado di dare, quante energie, quanta forza! Per dimostrargli quanto si potesse fidare di me! Ho dato tutta me stessa. Pensavo di fare un bel regalo… pensavo…
Sono tanto tanto stanca…

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Senza battito.

Chissà se passerai ancora di qui qualche volta.
Conserverò questo luogo come la reliquia e i resti del mio amore grande per te.
Rifiutato, bistrattato, buttato così perché avevo chiesto solo amore, cosa che
non avrei neanche dovuto chiedere…ma doveva esserci la gioia del donarmelo.

Non faremo più l’amore.
Non ci abbracceremo più.
Non chiacchiereremo più di grandi cose e piccole passioni.
Niente più…no…questo è un colpo troppo basso.
Sii felice e salvati da te stesso, perché ti stai distruggendo e distruggerai anche l’amore, quando l’avrai tra le mani,quando lo proverai fino a fare follie, come quello che io provo per te.

Quanta rabbia che ho. Tu non te lo immagini neanche. Perché veramente è uno spreco d’amore grande.
Ma tant’è…hai scelto tu! Non ti implorerò di tornare indietro.
Questa volta non busserò mille volte alla tua porta per farmi aprire. Dovrai arrivarci da solo a capire che cosa hai scelto di perdere, e agire di conseguenza. Fatti, non parole. Azioni, non promesse.
E se ciò non accadrà…metterò il mio cuore al caldo, per aprirlo, un giorno, ad un altro amore, grande, immenso e luminoso, al pari di quello che provo per te.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento