Febbraio 2014 …. momenti di notte.

Troppo piccola è

questa volta celeste

perché possa contenere

il suono del mio cuore che pulsa.

Assordante, scandisce

i giorni dell’attesa di noi.

E ti darò

quanto ancora mi è rimasto della vita

perché tu possa vivere ancora.

I miei capelli

siano cuciti insieme per farti tenda

perché tu non abbia freddo.

Ti dono queste dita che scrivono:

le tue mani siano così libere di cingermi

e assorti,

perderci nella dolce melodia delle nostre voci.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...