Tricotomie (?)

La carne ha le sue regole. Che la mente non rispetta. Si rifiutano, quei due. Si guardano in cagnesco, preda di loro stessi e imprigionati.

Eppure lo sanno di essere troppo. Troppo in tutto. Nella forza dei loro difetti. Nella sfolgorante bellezza dei loro pregi.

La carne ci arriva prima a ciò a cui la mente arriva con la lentezza e la stanchezza con cui gli occhi leggono quelli che poi resteranno  i loro libri. I loro libri disparati, incoerenti tra loro, ambivalenti.

La carne lo sa. Appena un dito la sfiora. Appena vibra un po’, lo sa. Legge il futuro. E’ figlia degli dei.

La mente lo saprà. E’ l’oracolo. Formalizza e rende umano. Rende umano e si oppone.

Il cuore, molto beatamente, tace. E sta a guardare la danza di quei due che se lo contendono. Ed è una lotta senza posa. E forse, in fondo, senza senso. Perché li illude di lasciarli comandare. Ma il suo regno è incontrastato. E’ dittatoriale. Ma questo, i combattenti, non lo sapranno mai.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...