Poche parole.

La scorsa settimana. Uno dei viaggi che mi rimettono al mondo. Sete di treni in partenza e di atterraggi con una certa ansia per la salute dei piloti.

Milano. Torino. Treviso. Belluno. Vajont. Vajont e i monti. I monti che nella mia terra non ci sono. Con la neve in lontananza. Le Alpi tra Pordenone e Udine. Le Alpi di Longarone ed Erto. La gola dove intatta, enorme e violenta si erge la Diga. Un camminamento sopra di lei, capolavoro indiscusso dell’ingegno umano, per attraversarla, arrivando lì dove la frana si vede ancora più nitida nella sua maestosità. Eppure non riesci tanto a crederci a ciò che avvenne. L’assurdità del tutto si manifesta limpida quando vedi quanto dista Longarone. La potenza della natura e le sue leggi. Leggi che omuncoli sfidarono. La hybris e la disonestà che loro non pagarono mai.

La vertigine dell’altezza mi regala piccolezza e rabbia. Davanti all’immensa bellezza che mi circonda. Gira tutto. Un cerchio in cui una piccola me vorrebbe spaccare quel mondo di affaristi ed imbroglioni che continuano a mietere morte e violenza.

Non abbiamo imparato nulla. Penso questo, guardando i morti.

E guardo il mio presente, in quei morti: volto dell’ arroganza che ha mille visioni.

Visioni economicamente manipolate perché siano giustificate. Terre montane stuprate senza remore da treni privi di senso. Ferite da manganello per i giovani. Ferite del cuore per i vecchi: fasulla reverenza per la loro conoscenza.

Visioni colpevoli e mafiose. Rifiuti tossici appaltati a vigliacchi galantuomini. La puzza delle discariche che riempie i paesi. Tumori purulenti. Sangue della terra. Sangue dei corpi.

Silenzio giudiziario. Silenzio politico. Silenzio colpevole.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...