Torta al cioccolato (???)

Ti chiedo solo di ascoltare il cuore,
quel dolore sotterraneo dell’assenza.

Ti chiedo solo di ascoltare il cuore,
se ancora c’è il pulsare del battito al pensiero di noi.

Ti chiedo solo di ascoltare il cuore,
abbandonando il dolore degli inverni passati,
delle storie finite,
degli abbandoni.

Ti chiedo solo di ascoltare il cuore,
il mio cuore, che è il più puro che possa amarti,
nella libertà di entrambi,
nella cura e nell’affetto reciproci.

Ti chiedo solo di ascoltare la voce,
quella che ti dice che l’errore ci può essere
che si può chiedere scusa
senza rinunciare a se stessi.

Ti chiedo solo di ascoltare lo sguardo delle lacrime,
che scendono come mai prima d’ora.

Ti chiedo solo di sentire nel profondo,
senza paura e senza rancore.

Ti chiedo solo di capire davvero,
di ascoltare con l’orecchio dell’amore,
non con quello dell’orgoglio,
non con quello della paura,
non con quello della rabbia e dell’ansia.

Ti chiedo di darmi ciò che eri,
tutto qui.
Se ancora c’è lo spasimo della gioia nella visione di noi,
ti chiedo la volontà di potenza dell’amore che grida sotto le ceneri di una rabbia
perché troppa paura hai delle catene, che un tempo, non io, ti misero.
Qui non ci sono catene, qui non ci sono colpe.
Qui ti aspetta solo amore,
se c’è ancora quello spasimo della gioia di noi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...