Winnie

Un grande e già “capizzello” cagnetto insinuatosi nella mia vita così priva di qualunque forma di responsabilità. Imparai che per prendersi cura, per voler bene, qualche rinuncia andava fatta.

Ho imparato a rinunciare per farti stare bene, e, credimi cuoricino mio, tante volte mi sono rimproverata quei pomeriggi con te, perché quando uscivamo non ti accontentavi della passeggiatina e volevi stare fuori tutto il pomeriggio, con qualunque tempo. Anzi, quella volta, dalla neve non ti tiravamo più fuori. Testa bassa verso la villa, e poi verso via Matteotti e alla villetta della Madonnina. Ti stancavi un sacco perché le zampette sono sempre state corte e il respiro affannoso.  Quante volte, dopo averti fatto fare quello che volevi, mi ritiravo talmente sfatta da non aver voglia di fare  più nulla, ma veramente nulla. Ma tu mi guardavi, contento e soddisfatto di aver vinto contro tutti i miei impegni e le mie ambizioni, e te ne andavi scodinzolante verso la ciotola e, vedendola ancora vuota, giustamente ti leccati i baffi e reclamavi cibo.

Lo ammetto: a volte volerti bene non è stato facile. Ore e ore perse a dare la caccia ai forasacchi, in giro per il paese piano piano perché certamente non sei mai stato un corridore, scendere nel bel mezzo della concentrazione per andare a prendere la pappa, per poi ritrovare quella concentrazione circa mai, e poi le medicine e le medicazioni che sapevo farti solo io. E aver rinunciato definitivamente ai pomeriggi studio – cazzeggio a Bari perché c’era chi si fidava solo di me per portarti in giro in sua assenza. Non mi credono quando dico queste cose, ma credo che tu lo sappia, cuoricino mio, piccolo dolce, e ti chiedo scusa per tutta la rabbia di alcuni momenti. Questo anno sono stata lontana, ma tu mi vuoi bene, bene davvero, e quindi credo che tu sappia perché tanti giorni ( che forse per te erano settimane) ti sei svegliato e io non c’ero. So che hai smesso di venirmi a cercare, so che non sono più la tua prima scelta, ma penso che ad un certo punto tu abbia capito e allora le tue piccole dolci ripicche per la mia assenza, si sono trasformate nelle domeniche mattina in cui non uscivi di casa se prima non ti accertavi che fossi tornata. Il tuo puro amore. Il tuo grande amore per me continuo a sentirlo sempre. Per come mi guardi. Per quel modo tutto speciale che hai di dirmi quando decidi che vuoi uscire con me, e mai come ora non potrei mai dirti di no.

Se ci fossero altre cose a cui poter rinunciare per averti ancora con noi per tanti anni, credo che non avrei dubbi sul da farsi. Perché tutto ciò che ho imparato con te non è attingibile in altro modo, e poi lo sai meglio di me quanto avrei potuto essere diversa.

Ora che non stai bene ogni cosa che potrei dirti tu la leggi nei miei occhi pieni di lacrime che sono lacrime per te e lacrime per me, perché sai quanto so essere egoista, ma non mi giudichi e mi vuoi bene comunque. Tu che sai tutto. Tu che hai superato una operazione in cui ti avevano dato per spacciato e io ero lontana, troppo lontana per poter fare qualcosa e tante volte mi sono domandata cosa sarebbe successo se ci fossi stata io con te. Tu che sai quanto volere sia potere e dopo quell’operazione pur di non fare i bisogni in casa hai preferito uscire nonostante il dolore. Tu che hai fatto passare la paura dei cani a tante persone che ti hanno conosciuto e voluto bene. Tu che pieghi la testa quando non capisci e sei buffissimo anche ora che non capisci perché non stai bene. Tu che arrivasti dal nulla e sei riuscito a sciogliere anche i cuori più duri.

Tu, il mio piccolo cagnetto capizzello, che sarai forte anche questa volta che il tuo cuoricino si è fatto tanto lento.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...