Chi sono (parte 1)

Non voglio essere ricca. Non voglio immolarmi per il lavoro. Non me ne faccio nulla di mille oggetti, borse, scarpe, vestiti e altro.
Voglio un lavoro da amare, le passioni da perseguire , quali viaggiare, andare a teatro, al cinema, a ballare, leggere, curiosare.
Ma so bene che quando si tratta di dare delle priorità l’amore, l’amicizia, l’affetto e le persone a cui voglio bene e che mi vogliono bene, vengono prima. Non inseguo chi sceglie di non volermi bene, di non manifestarlo.
Voglio sapere quando sbaglio, nella certezza che se mi vuoi bene davvero me lo saprai dire. Perché chi ci ama, chi ci vuole accanto ci dice quando sbagliamo. Ma ho difficoltà a dire quando qualcosa mi fa del male: ho sempre il timore di ledere la.l libertà dell’altro/a e questo è un problema. Sto facendo sforzi per imparare. Ho solo bisogno di tempo. Avevo solo bisogno di comprensione.
Non giudico le vite degli altri: sono troppo impegnata con la mia.
Ho mille difetti. Ma anche tanti pregi. E ne valgo la pena. Valgo qualunque sforzo, attesa, passione.
Mi merito ciò che dono. Niente di meno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...